DIEGO PARASSOLE

Biografia

Sono nato il 7 ottobre 1963, precisamente ad Alessandria, in Piemonte (Italia) verso l’una e 10.
Pesavo 3 chili e 3 etti (3.357 gr per la precisione – stando alle bilance dell’epoca).
Quando ho raggiunto il peso di circa 18 kg sono stato mandato all’asilo per circa 2 ore e 30 minuti.
Poi sono scappato. Avevo un carattere trasognato e cattivo.
Dall’altezza di 72 cm all’altezza di un metro e 34 sono stato frequentatore attivo di numerosi parchi
giochi per bambini e all’altezza di un metro e 18 ho incominciato a odiare il calcio. Poco dopo la
pallacanestro.
All’altezza di circa 97 cm (ero piuttosto minuto) ho tentato di scappare da scuola. Senza successo.
Ci sono rimasto fino all’altezza di 1 metro e 61 (attualmente sono alto 1 metro e 85… ma non li
dimostro). Dall’altezza di un metro e 60 all’altezza di un metro e 61 ho frequentato la facoltà di
Medicina Veterinaria presso l’università di Torino (sono cresciuto molto poco nel periodo
universitario) superando brillantemente 34 esami.
L’ eros si è svegliato in me all’altezza di circa un metro e 39. Ma il mio primo rapporto sessuale
completo si è svolto all’altezza di un metro e 57 circa.
Il mio interesse per il teatro si è svegliato tardi, pressappoco all’altezza di un metro e 59 e solo a un
metro e 62 è diventato un’esigenza non proprio irresistibile, ma insomma. (Però già dal peso di 29
chili sono stato un ottimo attore di scenette comiche durante la mia lunga carriera da boy scout,
terminata quando pesavo di 62 chili).
All’altezza di un metro e 60 ho frequentato la Scuola di Teatro Danza Bella Hutter di Torino, diretta
da Anna Sagna (un metro e 75) e 1 cm più tardi sono entrato all’Accademia d’Arte Drammatica
Paolo Grassi di Milano, dove mi sono diplomato mantenendo inalterata la mia statura.
Millimetro più millimetro meno sono finito al Maurizio Costanzo Show (poco slanciato) (ma il
merito va in parte a Maurizio di Caffè Teatro – neanche uno e 70 – che mi ha iscritto a mia insaputa
al concorso di cabaret “La Zanzara d’Oro”… e mi ci ha portato a forza) e ho partecipato alla
trasmissione televisiva “Facciamo cabaret”.
All’altezza di un metro e 61 cm (e qualche mm), ho vinto il premio come miglior attore al Festival
di Cortometraggio di Conversano “Vedo corto” con “Il sorpassato” di Franco Fraternale (alto il
giusto), ho partecipato allo spettacolo teatrale “La vita è un canyon” di Augusto Bianchi Rizzi
(altezza media), con Anna Galiena (altissima) (e altri attori di sessi e altezze varie) . Tutto questo in
un periodo in cui la mia statura è rimasta pressoché immutata.
48.563 ore fa ho debuttato con lo spettacolo “Che Bio ce la mandi buona” scritto con Riccardo
Piferi (tarchiato), con la complicità di Carlo Turati (un metro e 72) e 37.482 ore fa ho messo in
scena per la prima volta lo spettacolo “I consumisti mangiano i bambini”, scritto sempre con
Riccardo Piferi (vistosamente ingrassato nel frattempo) e 32.173 ore fa il mio spettacolo “Saldi di
fine futuro” scritto con Riccardo Piferi e con la regia di Marco Rampoldi (che mi hanno diffidato
nel frattempo dal rivelare dati che li riguardino in base alla normativa sulla privacy). 27.412 ore fa
lo spettacolo “Il Neurone Innamorato, ovvero l’amore è l’apostrofo rosa tra l’ipotalamo e la
corteccia prefrontale”.
Oggi, mentre ho da tempo smesso di crescere (un metro e 62) collaboro per la stesura del mio
prossimo spettacolo (sul mondo delle neuroscienze) con Riccardo Piferi (altezza un metro e 69;
della privacy ho deciso che me ne frego) senza il cui supporto morale attualmente sarei un
veterinario di successo.
E ripenso con dolce malinconia a quei centimetri gravidi di presentimento.
Adesso, ormai, mi allargo soltanto – ma di questo non posso comunicarvi nulla perché sono ancora
troppo vicino a me stesso.

 

CURRICULUM ARTISTICO

SPETTACOLI
1990-“Trigomiri”(di D. Parassole; teatro-cabaret)
1991-“L’ Ammazzaparole” (di G. Perec; C. R. T.Milano; regia : A. Bianco)
1993-“Vita da cani” (di D. Parassole; teatro-cabaret)
1994-“Il peggio di me” (di C. Turati-D. Parassole; teatro-cabaret) Regia di R. Piferi
1997-“Nuvole” (di R. Piferi – C. Turati-D. Parassole – M.M. Del Conte; teatro-cabaret) Regia di R.
Piferi
2000- “Sorridi sei su internet” (di Diego Parassole, Federico Andreotti, Carlo Turati, Marco Del
Conte) Regia: Federico Andreotti

RADIO, TELEVISIONE, CINEMA & TEATRO
1988/89-“Stazione Di Servizio” (RAI 1) Serie di telefilm con M.Messeri; regia : F. Farina;
ruolo:Biagio Maria Musone, il figlio del farmacista; ha partecipato ad alcuni telefilm .
1990 – Gran Premio (RAI 1) trasmissione televisiva condotta da Pippo Baudo (di BroccoliTorti-Zavattini;
regia G. Landi – M. Cinque)
-“Casa Vianello” (Canale5): è Nicola, figlio adottivo di Raimondo e Sandra in “Natale in casa
Vianello .
1991 -“Saman” (RAI 2) Serie di telefilms; regia G. Tosi; è “Angelo” in “L’ amore di Rada”
1993 -Scrive con Monica Matera la sceneggiatura del telefilm “Disorient Express” prodotto
dalla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi in collaborazione con la Scuola del cinema di
Milano .
1994 – Maurizio Costanzo Show (cabarettista ospite di parecchie puntate…)
– In Kantina RAI 2 estate 94 Trasmissione per nuovi comici di Daniele Formica,Dario
Vergassola,Attilio Corsini,regia M. Capanna .
– “Ho i miei buoni motivi” con Ruggero Torboli e Donna Sofia (Margherita Antonelli),
conduzione estiva e autunnale della trasmissione RAI 2 radio.
– Ospite di “Italia Forza” trasmissione sui mondiali di calcio TMC
– Pubblicità: San Carlo a Serata Mondiale con Alba Parietti; Pubblicità corsi d’ inglese dell’
Espresso
1995 – Maurizio Costanzo Show (cabarettista ospite di parecchie puntate…)
– Ospite di numerose puntate di “Fantasticamente” condotto da Cinzia Tani RAI 3 Videosapere
– Ospite di Pruriti (Videomusic) condotto da Simona Ressico per Smemoranda.
– Ospite di alcune puntate di “Medicina a confronto” condotto da Daniela Rosati Rete 4
– Ospite comico dell’ Antifestival di Bordighera presentato da Don Mazzi e Daniela Pettenati
Telemontecarlo
1996 – Maurizio Costanzo Show (cabarettista ospite di parecchie puntate…); Ospite di numerose
trasmissioni radiofoniche “Giada”, “Ci vorrebbe un Gospel” “Radiosport” (RadioRai 1 e 2)
1997 – Conduce la striscia comica quotidiana “Missione reporter” all’ interno della trasmissione
musicale ITT (TMC2)
– Ospite fisso della trasmissione radiofonica “Da dove chiama?” con Paolo Villaggio, Milena
Vukotic, Gianfranco Bosco, Ettore Conti (Radiorai2)
– Partecipa come ospite al programma “Facciamo cabaret” dallo Zelig di Milano (Italia 1)
– E’ attore del cortometraggio “Il perfezionista”, scritto e diretto da Claudio Malaponti
(presentato al festival del cinema di Venezia).
– E’ autore, attore e conduttore con Margherita Antonelli e Francesco Foti della trasmissione
radiofonica “Rhythm & Bus” (Radiorai2) inserita nello spazio Radio Open
– “Chicchi di riso” (Radiorai2) Striscia comica quotidiana.
1998 – Partecipa come ospite al programma “Facciamo cabaret” dallo Zelig di Milano
(Italia 1)
– E’ uno degli artisti dello “Zelig Show”: Zelig , il cabaret a teatro.
– Partecipa come attore al film “Animali felici” di Angelo Ruta.
– E’ attore protagonista del cortometraggio “Il sorpassato” di Franco Fraternale con cui vince il
premio come migliore attore (Festival del cinema “Vedo corto”; città di Conversano).
– E’ ospite di numerose trasmissioni radiofoniche. Partecipa alle trasmissioni di RadioRai 2: “Il
buongiorno di RadioRai” condotto da Federica Gentile e Barbara Marchand con una striscia
comica quotidiana e “Il Poeta” con Cochi Ponzoni e Marco Dolcetta.
– Partecipa come ospite ad alcune puntate di “Geo & geo” con Licia Colò (Rai 3).
– E’ l’ aspirante mago Raffaele “Raffa” nello spettacolo “La vita è un canyon” (premio IDI ‘94) di
Augusto Bianchi Rizzi con Anna Galiena e Franco Oppini e (Produzione Franco Parenti
(Milano) regia di Andrée Ruth Shammah.
1999 – “La vita è un canyon” (Tournée teatrale)
– E’ attore protagonista del cortometraggio “L’ ultima Intervista” di Giovanni Borgnetti; regia di
Marcello Siena.
– Partecipa al programma “Facciamo cabaret” dallo Zelig di Milano (Italia 1)
– E’ attore nel film “La grande prugna”, organizzato in collaborazione con lo Zelig di Milano.
Regia di Claudio Malaponti.
2000 – “Sorridi, sei su internet!” Spettacolo di Federico Anderotti e Diego Parassole, scritto in
collaborazione di Carlo Turati e Marco Del Conte. Regia di Federico Andreotti
– Collabora con “Evolve” e “EOS, Consulenza per la Direzione” (corsi aziendali di
comunicazione e formazione manageriale)
– Partecipa ad alcune puntate delle trasmissioni televisive “Zelig” (Italia 1), “Link” (Canale 5) e
Convention (Rai 2)
2001 – Partecipa come ospite ad alcune puntate del Maurizio Costanzo Show e di Zelig, a “2024”
condotta da Giancarlo Ricci (Radio24)
– “Abbracciati da sola che c’ho d’andare via”, spettacolo teatrale con Paolo Migone,
Leonardo Manera di Migone, Manera, Parassole, Bozzo, Del Conte, regia di Giancarlo Bozzo.
2002 Ospite di trasmissioni televisive: “Zelig”, rete A, Mediolanum Channel e radiofoniche
(105.oneonenetwork, Radio 24 ecc.)
2003 Ha partecipato ad alcune puntate di “Zelig” (“Zelig Off” e “Zelig Circus”) e trasmissioni
radiofoniche (Radio RAI; Radio 24).
2004 Ha partecipato numerose puntate di “Zelig Circus” ed è stato ospite di trasmissioni
radiofoniche (Radio RAI- 105 network ecc.) e televisive: “Ballarò” (RAI 3), “Cominciamo
bene” (RAI 3) ecc.
E’ attore nel film di Ale & Franz “La terza stella” in uscita nel 2005, Regia di Alberto Ferrari.
2005 Partecipa all’edizione 2005 di “Zelig Circus”
Conduce la trasmissione radiofonica “Spiaggia 101” Con Paolo Cavallone e Fabrizio Sironi,
su R 101
Esce il suo libro “Son robe che fanno girare gli ammennicoli- manuale di sopravvivenza
urbana” Ed. Kowalsky prefazione di Paolo Rossi.
Partecipa come ospite comico ad alcune puntate di “Ballarò” Rai 3.
E’ ospite fisso della trasmissione “La carica dei 101” su R 101, con Paolo Cavallone e Sergio
Sironi.
2006 Partecipa all’edizione 2006 di “Zelig Circus”
Partecipa come ospite comico ad alcune puntate di “Ballarò” Rai 3.
E’ ospite fisso della trasmissione “La carica dei 101” su R 101, con Paolo Cavallone e Sergio
Sironi.
Esce il suo libro “Rallentare attraversamento rane” edito da Quattroruote Ed. Domus
2007 Partecipa all’edizione 2007 di “Zelig”, è ospite di numerose trasmissioni televisive
(“Cominciamo bene” Rai 3, “Apocalypse Show” Rai 1, “Belli dentro” Canale 5) e
radiofoniche; con Leonardo Manera è testimonial della campagna sulle lampadine a
risparmio energetico promossa da GreenPeace
2008 Partecipa all’edizione 2008 di “Zelig”, è ospite di numerose trasmissioni televisive e
radiofoniche; con Leonardo Manera è testimonial della campagna di CBM Italia
(campagna di raccolta fondi per progetto di lotta alla cecità infantile nei paesi del terzo
mondo)
Debutta con lo spettacolo “I viaggi di Gulliver- last minute” di Diego Parassole e Riccardo Piferi,
regia di Marco Rampoldi, produzione del “Festival acque e terre”.
Ospite comico del talk show alle “Invasioni barbariche”.
2009 in tour con lo spettacolo “One man shock”.
Registrazione dello spettacolo live per la trasmissione radiofonica “Ottovolante”.
Esce il dvd dello spettacolo “Nuvole” nella raccolta Gazzelig (i dvd dei comici Zelig allegati
alla Gazzetta dello sport)
A gennaio 2010 ha debuttato al Teatro della Cooperativa con il nuovo spettacolo “Che Bio ce la
mandi buona!” scritto con Riccardo Piferi e Carlo Turati regia di Marco Rampoldi.
A febbraio 2011 debutta al Teatro della Cooperativa con il nuovo spettacolo “I coNsumisti
mangiano i bambini” scritto con Riccardo Piferi, regia di Marco Rampoldi e registra lo
spettacolo “Bio speriamo che me la cavo” per Comedy Central.
2012 Debutta come attore nell’operetta Cin Ci Là della compagnia dell’Oniro. Partecipa ad
alcune puntate di Zelig 2012.
2013 Debutta con lo spettacolo “Saldi di fine futuro” scritto con Riccardo Piferi, regia di
Marco Rampoldi.
2014 Debutta con lo spettacolo La cantatrice Calva di E. Ionesco, con Leonardo Manera e Max
Pisu, regia Marco Rampoldi.
Rappresenta al Piccolo Teatro di Milano il suo spettacolo “I consumisti mangiano i bambini”
Esce il libro”All you can eat. Mangiare meglio oggi per non digiunare domani” ed: Scienza
Express, scritto con Riccardi Piferi, revisione scientifica di Donato Ramani.
2015 Debutta con lo spettacolo “Il neurone innamorato” (sottotitolo: L’amore è l’apostrofo
rosa tra l’ipotalamo e la corteccia prefronatale), scritto da Diego Parassole con Riccardo
Piferi, regia di Marco Rampoldi in cui racconta l’amore dal punto di vista delle neuroscienze.
Con Leonardo Manera, Claudio Batta, Roberta Petrozzi e Stefania Pepe.
2016-2017 Porta in scena i suoi interventi di edutainment “Perché l’ho comprato” e “Change
your mind” che raccontano la vendita e il cambiamento dal punto di vista delle neuroscienze.

Fonte: sito Diego Parassole