Siciliano doc che non tradisce le sue origine a partire dal pacato modo di parlare tranquillamente e senza alcuna fretta, Giovanni Cacioppo come alcuni suoi colleghi del calibro di Teresa Mannino, la sua comicità è spesso imperniata sulle differenti abitudini e i diversi modi di pensare tra le persone del Nord e quelle del Sud

 

Gli esordi

Diplomato geometra, inizia a farsi conoscere nel 1994, quando vince il concorso “Zanzara d’oro” a Bologna e realizza in teatro il monologo comico “Acqua e selz”. Da allora, prende parte a numerosi programmi televisivi: Maurizio Costanzo Show, Tivù cumprà con Mirabella e Garrani, la trasmissione per ragazzi Solletico, Scatafascio, il programma di Paolo Rossi su Italia 1, Zelig (dal 1998), Torno Sabato (2003-2004), Mai dire lunedì, Mai dire Martedì, Che tempo che fa e Colorado Cafè (2006).

Per Mai dire martedì ha creato i personaggi di Graziello e il viaggiatore Cacioppo, mentre per l’edizione precedente, oltre al già citato Graziello, aveva creato il cittadino Cacioppo. Nel 2009 vince il Delfino d’oro alla carriera (Festival nazionale adriatica cabaret).

Cinema

Debutta sul grande schermo recitando in Così è la vita del 1998, film diretto da Massimo Venier e dal trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. Un anno più tardi prende parte al film diretto da Massimo Ceccherini Lucignolo, e nel 2000, viene scelto per interpretare un ruolo nella pellicola diretta da Giorgio Panariello dal titolo Al momento giusto. Nel 2002 torna a collaborare con il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo interpretando una piccola parte in La leggenda di Al, John e Jack; nel film interpreta “Schiena di legno”, uno degli scagnozzi del boss Sam Genovese. Tre anni più tardi, entra nel cast di Tutti all’attacco, film diretto da Lorenzo Vignolo.

Nel 2008 ha lavorato alla sit-com Taglia e Cuci in coppia con Mago Forest, per il canale satellitare Fox della piattaforma pay-tv Sky.

Dopo un breve periodo di inattività nel mondo del cinema, torna nel 2012 sul grande schermo per interpretare un rapinatore nel secondo episodio del film All’ultima spiaggia, diretto da Gianluca Ansanelli. Nel 2016 prende parte al film di Luca Miniero Non c’è più religione, e nel 2018 entra nel cast di Una festa esagerata, film diretto e interpretato da Vincenzo Salemme dove Cacioppo impersona il ruolo di Don Pasquale. Un anno più tardi recita nel film Come se non ci fosse un domani, diretto da Igor Biddau.

Teatro

In teatro rappresenta L’uovo e la patata (1995), In nomine patris (1997), Io labora (1998) – riproposto nel 2005 in una nuova versione – ed il monologo Aprite quella porta (per piacere) del 2002. Tra il 1999 e il 2002 partecipa con Paolo Rossi allo spettacolo Romeo & Juliet – una serata di delirio organizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *