Giuseppe Giacobazzi, al secolo Andrea Sasdelli nato ad Alfonsine in provincia di Ravenna il 19 febbraio del 1963, è uno dei più acclamati cabarettisti italiani dei primi anni duemila. Dopo una lunghissima gavetta esplode nel programma televisivo Zelig col suo personaggio del romagnolo retrò.
Una delle più fortunate battute: «L’uomo, entità naturale maschile semplice. L’uomo nella sia testa ha solo due neuroni. Uno sta nascosto. E l’altro tutta la vita lo cerca: “Dove sei?”, “Dove sei?” vieni che dobbiamo fare la sinapsi!»

Dalle pagine del suo sito si racconta così:

«Il mio esordio come conduttore radiofonico nel 1984 in una radio privata a Lavezzola.

Il primo personaggio è il tipico contadino romagnolo, il signor Giuseppe che si diletta a comporre poesie.

Nel 1992 conosco il grande Duilio Pizzocchi, attivo sulla scena bolognese che mi porta sul palcoscenico come ospite fisso nel suo spettacolo Il Costipanzo Show e nelle piccole emittenti locali. Aggiungo il cognome a Giuseppe e scelgo Giacobazzi, come il popolare Giacobazzi dei vini.

Nel 2004 debutto sulla Tv nazionale in Tisana Bum Bum. Nel 2005 finalmente Zelig Off poi Zelig Circus in prima serata su Canale 5. Dal 2006 al 2012 parte del cast dei comici di Zelig.

Collaboro con il gruppo rockdemenziale Gem Boy, e canto con loro le canzoni Tritanic e Luna Pork.
Dal 2010 con l’amico Duilio conduco un programma radiofonicoIl Mani-comico, che va in onda tutti i giorni su Radio Italia Anni 60 EmiliaRomagna.Nel 2012 ho vinto la prima edizione di RiDiano – Festival della Comicità di Diano Marina.
Nel novembre del 2021 sono tornato a Zelig e nel 2022 in tv in Only Fun – Comico Show su Nove»
E NEL 2023? IL PEDONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *